Il settore In-Flight è entrato nel perimetro del Gruppo a giugno 2007, con l'acquisizione di Alpha Group Plc. Pertanto il contributo del settore ai dati consolidati si riferisce nei due anni a periodi differenti, rendendo i confronti poco significativi.

(m€)    Variazione
  Esercizio
2008
Esercizio
2007
a cambi
correnti
a cambi
costanti  
Ricavi   431,2 320,4 34,60% 56,70%
EBITDA   41,5 32,5 27,50% 48,50%
EBITDA margin   9,60% 10,10%
Investimenti   7,5 5,2 45,40% 88,90%

Dati annualizzati (in m£)

Ricavi

Nel 2008 Alpha Flight ha generato ricavi per £ 343,4m, in aumento del 2,5% rispetto ai £ 335,1m del 2007. La significativa crescita delle attività internazionali ha compensato in parte la flessione delle attività in Regno Unito e Irlanda.

Di seguito l'andamento del business nelle principali aree geografiche:

  • Regno Unito e Irlanda: nel corso del 2008 in quest'area si è riscontrato un calo delle vendite del 21% (£ 51m), dai £ 243,1m del 2007 ai £ 192,4m del 2008, dovuto al mancato rinnovo del contratto con EasyJet (che nel 2007 aveva contribuito per £ 47,8m) e al fallimento della compagnia aerea Excel. Al netto di questi due fattori, la crescita sarebbe stata del 4,1% rispetto all'anno precedente.
  • Attività internazionali1: nel complesso, i nove Paesi dell'area hanno registrato una significativa crescita (+64,4%), chiudendo l'esercizio con vendite per £ 151,0m rispetto ai £ 92m del 2007. Principali motori dello sviluppo sono stati l'Australia (+112%, con vendite complessive per £ 48,3m), la Giordania (+24,2%, con vendite complessive per £ 15,3m), Emirati Arabi Uniti (+127,1% con vendite complessive per £ 7,4m) e l'Italia (+20%, con vendite complessive per £ 35,5m). A ciò va aggiunto il contributo di £ 15,9m della neo-acquisita Air Czech Catering A.S., leader in Repubblica Ceca nel settore In-Flight, al cui netto la crescita organica delle attività internazionali è stata del 47,1%.

EBITDA

Nell'esercizio 2008, gli interventi di razionalizzazione intrapresi dopo l'acquisizione, unitamente alla forte crescita internazionale, hanno contribuito a migliorare sensibilmente l'EBITDA del settore In-Flight, passato dai £ 27m del 2007 ai £ 33,0m del 2008, con una crescita complessiva del 23,6% e un EBITDA margin del 9,6% (9,2% nel 2007).

Australia, Italia, Repubblica Ceca, Giordania, Romania, Olanda, Emirati Arabi Uniti, Bulgaria e Stati Uniti