Le attività di sviluppo

Il rafforzamento nel Travel Retail & Duty-Free e nel Regno Unito

Nel 2008, con le acquisizioni del 49,95% di Aldeasa, precedentemente detenuto da Altadis, e del 100% di World Duty Free Europe Ltd. precedentemente detenuto da B.A.A.1, il Gruppo ha raggiunto una posizione di primato mondiale nel settore del retail aeroportuale, che si affianca alla consolidata leadership nel Food & Beverage. La scelta di perseguire un’importante crescita per linee esterne nel settore del retail aeroportuale è legata all’ampiezza e alla valenza di un mercato in forte espansione (della dimensione globale di circa $ 19 mld nel 2007, sostanzialmente analoga a quella del Food & Beverage)2 e alla complementarità delle due categorie rispetto alle esigenze del viaggiatore. L’ampliamento della presenza del Gruppo nel settore del retail aeroportuale, avviato nel 2005 con l’acquisto del controllo congiunto di Aldeasa, e proseguito nel 2007 con l’acquisizione di Alpha Group, è stato consolidato con le due importanti operazioni concluse nel 2008. La concentrazione prevalentemente europea delle attività delle tre società operanti nel retail aeroportuale permetterà di beneficiare d’importanti sinergie nei processi d’acquisto e nella logistica. Inoltre, l’integrazione delle attività di Alpha Group Plc. nel Regno Unito e di World Duty Free Europe Ltd. permetterà di generare sinergie anche attraverso la razionalizzazione della struttura dei costi di sede. Sinergie complessivamente stimate in € 45m l’anno a partire dal 2010.
Le acquisizioni di Alpha Group Plc. e World Duty Free Europe Ltd. hanno consentito inoltre al Gruppo di raggiungere una significativa presenza nel Regno Unito, uno dei più importanti mercati in concessione in Europa, per le attività sia di retail che di ristorazione. Si stima che la dimensione complessiva del mercato britannico delle concessioni di servizi al viaggiatore sia pari a circa € 4 mld, di cui € 1 mld generato dal Food & Beverage e € 3 mld dal retail; valore che qualifica il Regno Unito come primo mercato al mondo nel settore del retail. Nel Regno Unito gli aeroporti sono il principale canale in concessione: le attività di ristorazione rappresentano oltre il 40% del mercato di riferimento e gli aeroporti di Londra Heathrow, Londra Gatwick e Manchester sono rispettivamente il primo, il decimo e il dodicesimo punto vendita al mondo di prodotti retail (con fatturati annui stimati in oltre $ 1 mld per Heathrow, ai $ 500m per Gatwick e a $ 300m per Manchester). L’importanza di questo canale è riflessa nei dati di traffico3: con 235 milioni di passeggeri nel 20084, il traffico aeroportuale inglese ha rappresentato oltre il 5% del traffico mondiale, con un tasso medio di crescita annuo superiore al 5% negli ultimi 25 anni e previsioni di crescita future nell’ordine del 2,5% nei prossimi due decenni, grazie a importanti fattori come l’inaugurazione del Terminal 5 a Heathrow, i Giochi Olimpici del 2010 e gli accordi Open Skies.

World Duty Free Europe Ltd.

World Duty Free Europe Ltd. è il primo operatore nel Regno Unito nel settore del Travel Retail & Duty-Free. Fondata da B.A.A. Ltd. e operativa dal 1997, è presente con 57 punti vendita, distribuiti su una superficie complessiva di 15.000 mq, in sette dei più importanti aeroporti inglesi (Heathrow, Gatwick, Stansted, Southampton, Edimburgo, Glasgow e Aberdeen), impiegando circa 2.000 dipendenti. La società è attiva in tutte le tradizionali tipologie del duty-free & tax-free, con una particolare specializzazione nel comparto beauty e liquori, che rappresentano rispettivamente la prima e la seconda categoria merceologica in termini di ricavi. Al pari di Autogrill, la società opera attraverso numerosi marchi, prevalentemente in licenza. Particolare importanza riveste la forte presenza nell’aeroporto di Heathrow, primo in Europa e terzo al mondo in termini di passeggeri, oltre che primo al mondo per controvalore di transazioni effettuate nel settore Travel Retail & Duty-Free. Una vetrina unica anche per la forte internazionalità della clientela servita, che ha consentito di sviluppare una profonda conoscenza delle caratteristiche del viaggiatore globale e delle sue abitudini di spesa. La posizione competitiva di World Duty Free Europe Ltd., l’expertise sviluppata in categorie merceologiche importanti del retail aeroportuale e l’abilità nel migliorare costantemente l’offerta anche attraverso un’interazione con i fornitori rappresentano un complemento strategico fondamentale al know-how che il Gruppo già vanta nel settore del Travel Retail & Duty-Free grazie ad Aldeasa e alle attività retail di Alpha Group Plc.

Alpha Future Airport Retail

Il 17 novembre 2008 Alpha Group Plc. ha concluso con Pantaloon Retail, operatore indiano attivo nel settore del retail, un accordo per rilevare il restante 50% di Alpha Future Airport Retail, joint venture paritetica costituita nel 2006 per la gestione dei duty-free nell’aeroporto internazionale di New Delhi. L’operazione, coerente con il piano avviato da Autogrill per l’integrazione delle attività retail di Alpha Group Plc., World Duty Free Europe Ltd. e Aldeasa, consente al Gruppo di perseguire sinergie anche su scala geografica e di cogliere al meglio le opportunità di sviluppo all’interno del mercato indiano.

L’espansione delle attività In-Flight nell’Europa dell’Est

Alpha Flight ha rilevato dalla compagnia aerea ceca Czech Airlines la società che gestisce in esclusiva le attività In-Flight, Air Czech Catering A.S. L’operazione consente alla società inglese, già presente in Romania e Bulgaria, di rafforzare la presenza nel settore nell’Est Europa.

1 British Airport Authorities, la principale società di gestione degli aeroporti inglesi
2 Le stime sulle dimensioni dei mercati della ristorazione e del retail sono state elaborate dal Gruppo sulla base di dati forniti, rispettivamente, da Gira e da Generation. I dati di Gira sono espressi in Euro e si riferiscono al settore della ristorazione, mentre quelli di Generation, sul retail, sono espressi in Dollari USA. Data la finalità descrittiva del testo, non si è ritenuto necessario renderli omogenei applicando tassi di cambio
3 Fonti: Airport Council International (A.C.I.), B.A.A. e U.K. Civil Aviation Authorities
4 Fonte: Civil Aviation Authorities

Dal punto di vista del portafoglio concessioni, il 2008 è stato caratterizzato principalmente dalla scadenza dei contratti relativi a 52 punti vendita sul network autostradale italiano. In questo ambito, il Gruppo ha siglato contratti della durata media compresa fra gli 8 e i 9 anni, con ricavi cumulati attesi di circa € 1,75 mld, relativi alle attività Food & Beverage e retail in 45 punti vendita, confermando la capacità competitiva dopo i rinnovi del biennio 2004-2005. Inoltre, il Gruppo ha ottenuto ulteriori importanti risultati con il rinnovo di contratti già in essere e lo sviluppo in nuove aree geografiche. In particolare si evidenziano:

  • il rinnovo per 35 anni (dal 2010 al 2045) del contratto relativo ai servizi di ristorazione e retail nell’unica area di servizio presente sulla Delaware Turnpike, dove il Gruppo stima di generare, nel periodo, ricavi cumulati complessivi per $ 1,2 mld; » il consolidamento della presenza negli aeroporti della Florida, nei settori della ristorazione e del retail, ottenuto attraverso il rinnovo fino al 2015 della concessione nell’aeroporto di Tampa e l’estensione fino al 2011 del contratto nello scalo di Miami, con ricavi cumulati stimati rispettivamente in $ 670m e $ 75m;
  • il rinnovo fino al 2018 del contratto per la gestione dei servizi di ristorazione e retail nello scalo di Little Rock in Arkansas, con ricavi cumulati complessivi di circa $ 115m;
  • l’estensione delle concessioni per le attività Food & Beverage negli scali di St. Louis (Missouri) e Phoenix (Arizona): il primo prorogato fino al 2020 con ricavi cumulati attesi di oltre $ 585m, il secondo esteso fino al 2010, per oltre $ 130m di ricavi stimati;
  • l’aggiudicazione di nuovi contratti negli scali di Indianapolis, Atlanta e San José. I contratti di Indianapolis e San José riguardano attività di ristorazione e retail e si stima genereranno ricavi cumulati rispettivamente pari a circa $ 145m in 10 anni e oltre $ 330m nel periodo 2009-2020. I due nuovi contratti nell’aeroporto di Atlanta permetteranno al Gruppo di ampliare la propria presenza retail all’interno dello scalo e si stima genereranno ricavi complessivi per oltre $ 270m nel periodo 2008-2015;
  • l’ingresso, con attività di ristorazione, in 2 nuovi aeroporti statunitensi, Albany (New York State) e Knoxville (Tennessee): i ricavi cumulati complessivi attesi sono pari a circa $ 60m (nel periodo 2009-2018) per il primo e a oltre $ 20m (nel periodo 2009-2014) per il secondo;
  • l’estensione fino al 2020 del contratto per la gestione dell’attività retail nell’Empire State Building di New York, con ricavi cumulati di oltre $ 190m nei 12 anni di durata;
  • il rafforzamento nell’area del Pacifico, con l’aggiudicazione della gestione di servizi Food & Beverage in diversi punti vendita dell’aeroporto di Changi Singapore, dove si stima che le attività genereranno, nei relativi periodi di durata delle concessioni (da 1 a 3 anni), ricavi cumulati complessivi per oltre $ 15m;
  • l’aggiudicazione dei servizi di ristorazione e retail su otto unità della flotta Grandi Navi Veloci, con ricavi complessivamente attesi per circa € 100m durante i 5 anni di durata dell’accordo;
  • il rafforzamento della presenza in Irlanda, attraverso un contratto per la gestione di punti vendita di ristorazione nell’aeroporto di Belfast, dove le attività si prevede genereranno ricavi cumulati di oltre £ 30m in 10 anni;
  • l’ingresso in Egitto, con l’aggiudicazione dei servizi Food & Beverage in 5 punti vendita del Cairo International Airport, con ricavi cumulati attesi di oltre $ 15m nei 5 anni di durata del contratto;
  • l’estensione di 3 anni del contratto per i servizi di Food & Beverage nell’aeroporto di Bucarest;
  • il rinnovo per 24 anni, fino al 2032, del contratto relativo ai servizi di Travel Retail & Duty-Free nell’aeroporto internazionale di Amman in Giordania;
  • lo sviluppo verso l’Europa centro-orientale, con l’ingresso in Germania, dove l’accordo con l’operatore tedesco Tank & Rast prevede la gestione di quattro punti di ristoro all’interno delle aree di servizio autostradali sulla A6 (Norimberga-Heilbronn) e sulla A3 (Francoforte-Passau): ricavi complessivamente attesi per circa € 10m nel primo anno di durata del contratto;
  • il rinnovo per altri tre anni del contratto relativo ai servizi di In-Flight catering e In-Flight retail con la compagnia britannica di voli low-cost, Monarch Airlines; » un nuovo contratto nell’aeroporto di Sharjah (Emirati Arabi Uniti) nel business In-Flight.