Outlook

Eventi di rilievo successivi alla chiusura dell’esercizio 2008

Nei primi mesi del 2009 il Gruppo ha proseguito le attività di sviluppo con l’aggiudicazione di nuovi contratti e la sigla di accordi commerciali:

  • rafforzamento della posizione competitiva nelle stazioni ferroviarie spagnole dell’alta velocità attraverso un contratto per la gestione di due nuovi punti vendita di ristorazione nella stazione di Siviglia, per un fatturato cumulato atteso di € 5m nei 7 anni di durata del contratto;
  • ingresso in Polonia, in joint venture con Impel Group dove, attraverso Autogrill Polska, si prevede di gestire un totale di 11 aree di servizio entro il 2010, con un fatturato cumulato atteso, a regime, di circa € 14m a partire dal 2011;
  • la sigla di un nuovo contratto, in Romania, della durata di 5 anni, con la compagnia di bandiera Tarom Airlines per le attività di In-Flight catering.

Il 21 gennaio 2009 il Consiglio di Amministrazione di Autogrill S.p.A. e l’Assemblea Straordinaria della società da essa interamente posseduta Autogrill International S.p.A. hanno approvato la fusione per incorporazione di Autogrill International in Autogrill. Ai sensi dell’articolo 2503 del codice civile, entro 60 giorni dall’ultima delle iscrizioni delle suddette decisioni presso i competenti registri delle imprese, i creditori anteriori all’iscrizione del progetto di fusione potranno fare opposizione. Si prevede, pertanto, che l’atto di fusione verrà stipulato nel mese di aprile. La fusione è finalizzata alla razionalizzazione della struttura partecipativa del Gruppo che fa capo ad Autogrill, resasi opportuna una volta venuta meno la funzione di sub-holding per le partecipate estere svolta da Autogrill International. Le operazioni di Autogrill International saranno imputate nel bilancio di Autogrill, anche ai fini delle imposte sui redditi, a partire dal primo giorno dell’esercizio sociale di Autogrill nel corso del quale avrà effetto la fusione, e quindi, verosimilmente, dal 1° gennaio 2009.

Evoluzione prevedibile della gestione

Nel primo inizio del 2009, recessione economica, strette creditizie e l’incertezza sull’efficacia delle misure di politica economica adottate per ridare fiducia ai mercati e, in futuro, invertire il trend negativo stanno incidendo pesantemente sui consumi delle famiglie. Attualmente, gli osservatori economici prevedono unanimemente un 2009 negativo per tutti i principali Paesi e mercati. Manca, inoltre, una visione concorde sulla profondità e soprattutto sulla durata di questa crisi. In questo contesto, è estremamente difficile fare previsioni e, di conseguenza, l’approccio più corretto - anche dal punto di vista metodologico - è quello della costruzione di scenari basati su un numero ristretto di parametri rilevanti per il settore di appartenenza.

Per il Travel Concession la variabile di riferimento è il traffico. Tenuto conto della particolare rilevanza di alcuni Paesi e canali nella composizione dei risultati del Gruppo, sono state effettuate ipotesi su:

  • traffico aeroportuale negli USA;
  • traffico autostradale in Italia;
  • traffico aeroportuale in Spagna;
  • traffico aeroportuale nel Regno Unito.

Il fatturato generato in questi quattro Paesi e canali di attività rappresenta circa il 60% dei ricavi consolidati del Gruppo ed è quindi significativo per una stima dei possibili risultati attesi nel 2009.

La tabella riportata di seguito indica l’evoluzione dei 4 indicatori nel più recente passato (media annua 2008; ultimo trimestre 2008 e gennaio 2009) e una forchetta di previsione per il 2009.

2008 2009 2009
Media annua 4° trimestre gennaio Scenario con traffico
in recupero nella seconda metà
del 2009
Scenario con traffico
negativo per tutto
il 2009
Traffico aeroporti USA -4,70% -8,90% -10,60% -5% -7
Traffico autostrade Italia -0,80% -2,00% -7,00% -3% -5%
Traffico aeroporti Spagna -3,20% -12,70% -17,00% -10% -14%
Traffico aeroporti UK1 -2,80% -7,50% -6,30% -3% -5%

Uno scenario prevede un traffico sempre negativo, ma in graduale recupero nella seconda metà del 2009 e l’altro prevede che il forte calo del traffico avvertito nel mese di gennaio (poco significativo perché pari al 7% delle vendite annuali del Gruppo ma comunque un indicatore di trend) prosegua per tutto l’anno, con conseguente riduzione della spesa per passeggero. Su questa base, Autogrill stima di poter conseguire per l’esercizio 2009 risultati2 compresi tra:

 (m€)   Scenario con traffico
in recupero
nella seconda metà
del 2009  
Scenario con traffico
negativo
per tutto
il 2009  
 Ricavi   5.900 5.720
 EBITDA   625 575
 Investimenti   160 160

Nelle prime 9 settimane del 2009, il Gruppo ha registrato vendite per € 771,4m (+12,4% a cambi correnti e +9,9% a cambi costanti), mentre la variazione organica è negativa del 5,9%, per effetto della forte flessione del traffico nel mese di gennaio.

La distribuzione dei risultati nell’anno non sarà omogenea. In particolare, il primo trimestre 2009 sarà penalizzato, a parità di perimetro, oltre che da un minor traffico rispetto al periodo di confronto, anche da una diversa cadenza temporale del periodo pasquale (che nel 2009 cade nel 2° trimestre mentre nel 2008 cadeva nel 1° trimestre) e da una settimana in meno di attività in Nord America (53ª settimana di vendite contabilizzata nei risultati dell’esercizio 2008), per effetto di una diversa contabilizzazione di HMSHost dei periodi e delle settimane rispetto al resto del Gruppo.

1Include tutti gli aeroporti del network B.A.A. e l’aeroporto di Manchester Fonti: A.T.A., stime del Gruppo per le autostrade italiane e gli aeroporti nel Regno Unito (aeroporti B.A.A. e aeroporti di Manchester), A.E.N.A.

2 Cambio medio E/$: 1:1,30, cambio medio E/£: 1:0,90