Conto Economico sintetico

(m€) Esercizio 2008 Incidenze Esercizio 2007 Incidenze Variazione
Ricavi 1.296,2 100,0% 1.257,1 100,0% 39,1
Altri proventi operativi 70,6 5,4% 64,8 5,2% 5,8
Totale ricavi 1.366,80 105,4% 1.321,90 105,2% 44,9
Costo delle materie prime, sussidiarie e merci (628,3) (48,5%) (616,8) (49,1%) (11,5)
Costo del personale (300,1) (23,2%) (280) (22,3%) (20,1)
Costi per affitti, concessioni e  royalties su utilizzo di marchi (140,3) (10,8%) (127,7) (10,2%) (12,6)
Altri costi operativi (155,4) (12,0%) (142) (11,3%) (13,4)
EBITDA 142,7 11,0% 155,4 12,4% (12,7)
Ammortamenti e svalutazioni (47,7) (3,7%) (48,3) (3,8%) 0,6
Risultato operativo (EBIT) 95 7,3% 107,1 8,5% (12,1)
Proventi (Oneri) finanziari (35,2) (2,7%) 88,6 7,0% (123,8)
Rettifiche di valore di attività finanziarie (11,2) (0,9%) (3,3) (0,3%) (7,9)
Risultato prima delle componenti eccezionali e delle imposte 48,6 3,8% 192,4 15,3% (143,8)
Utile ante imposte 48,6 3,8% 192,4 15,3% (143,8)
Imposte sul reddito (30,3) (2,3%) (46,2) (3,7%) 15,9
Risultato netto 18,3 1,4% 146,2 11,6% (127,9)

Autogrill S.p.A., oltre a svolgere attività d'indirizzo e controllo del Gruppo tramite le unità organizzative preposte, conduce direttamente attività commerciali che generano oltre il 98% deiricavi realizzati sul mercato italiano. Il restante 2% è realizzato da società controllate italiane (principalmente Trentuno S.p.A., Nuova Sidap S.r.l., Aviogrill S.r.l. e Alpha Retail Italia S.r.l.).

L'esercizio si è chiuso con ricavi per € 1.296,2m, in crescita del 3,1% rispetto ai € 1.257,1m del 2007.Si rinvia pertanto al par. 1.6.1.2 per il commento sull'andamento delle attività commerciali domestiche.

L'EBITDA del 2008 è stato pari a € 142,7m rispetto ai € 155,4m del 2007. Oltre alla lievecontrazione del risultato operativo lordo delle attività commerciali commentato nel paragrafo 1.5.1.2, il confronto sconta un aumento dei costi delle funzioni corporate, passati da € 25,3m a € 30,4m (dei quali € 1,3m per costi di riorganizzazione), e proventi 2007 per € 6,4m, connessi al curtailment del T.F.R.

L'EBIT si è attestato a € 95m rispetto ai € 107,1m del 2007, scontando ammortamenti e svalutazioni per complessivi € 47,7m (€ 48,3m nel 2007) connessi alla maggiore attività di espansione e ammodernamento della rete commerciale.

Gli ammortamenti sono rimasti pressoché invariati, mentre le voci finanziarie hanno determinato un onere netto di € 4,6m, rispetto ai proventi netti di € 85,3m del 2007. La variazione è attribuibile principalmente a un minor flusso di dividendi da controllate, passato da € 84,5m nel 2007 a € 1,9m nel 2008, ma anche all'effetto netto delle differenze di cambio sui finanziamenti attivi e passivi per € 11,2m e all'effetto netto dei differenziali di tassomaturati su strumenti derivati per € 19,8m.

L'utile netto della Capogruppo, che riflette il diverso contributo delle componenti finanziarie (principalmente un decremento del flusso di dividendi da controllate, passato da € 84,5m nel 2007 a € 1,9m nel 2008, e oneri finanziari netti per € 37,1m nel 2008 rispetto a proventi finanziari netti per € 4,1m nel 2007), è stato pari a € 18,3m rispetto ai € 146,2m del 2007,dopo imposte per € 30,3m.