Le nuove concessioni

Dal punto di vista del portafoglio concessioni, il 2008 è stato caratterizzato principalmente dalla scadenza dei contratti relativi a 52 punti vendita sul network autostradale italiano. In questo ambito, il Gruppo ha siglato contratti della durata media compresa fra gli 8 e i 9 anni, con ricavi cumulati attesi di circa € 1,75 mld, relativi alle attività Food & Beverage e retail in 45 punti vendita, confermando la capacità competitiva dopo i rinnovi del biennio 2004-2005. Inoltre, il Gruppo ha ottenuto ulteriori importanti risultati con il rinnovo di contratti già in essere e lo sviluppo in nuove aree geografiche. In particolare si evidenziano:

  • il rinnovo per 35 anni (dal 2010 al 2045) del contratto relativo ai servizi di ristorazione e retail nell’unica area di servizio presente sulla Delaware Turnpike, dove il Gruppo stima di generare, nel periodo, ricavi cumulati complessivi per $ 1,2 mld; » il consolidamento della presenza negli aeroporti della Florida, nei settori della ristorazione e del retail, ottenuto attraverso il rinnovo fino al 2015 della concessione nell’aeroporto di Tampa e l’estensione fino al 2011 del contratto nello scalo di Miami, con ricavi cumulati stimati rispettivamente in $ 670m e $ 75m;
  • il rinnovo fino al 2018 del contratto per la gestione dei servizi di ristorazione e retail nello scalo di Little Rock in Arkansas, con ricavi cumulati complessivi di circa $ 115m;
  • l’estensione delle concessioni per le attività Food & Beverage negli scali di St. Louis (Missouri) e Phoenix (Arizona): il primo prorogato fino al 2020 con ricavi cumulati attesi di oltre $ 585m, il secondo esteso fino al 2010, per oltre $ 130m di ricavi stimati;
  • l’aggiudicazione di nuovi contratti negli scali di Indianapolis, Atlanta e San José. I contratti di Indianapolis e San José riguardano attività di ristorazione e retail e si stima genereranno ricavi cumulati rispettivamente pari a circa $ 145m in 10 anni e oltre $ 330m nel periodo 2009-2020. I due nuovi contratti nell’aeroporto di Atlanta permetteranno al Gruppo di ampliare la propria presenza retail all’interno dello scalo e si stima genereranno ricavi complessivi per oltre $ 270m nel periodo 2008-2015;
  • l’ingresso, con attività di ristorazione, in 2 nuovi aeroporti statunitensi, Albany (New York State) e Knoxville (Tennessee): i ricavi cumulati complessivi attesi sono pari a circa $ 60m (nel periodo 2009-2018) per il primo e a oltre $ 20m (nel periodo 2009-2014) per il secondo;
  • l’estensione fino al 2020 del contratto per la gestione dell’attività retail nell’Empire State Building di New York, con ricavi cumulati di oltre $ 190m nei 12 anni di durata;
  • il rafforzamento nell’area del Pacifico, con l’aggiudicazione della gestione di servizi Food & Beverage in diversi punti vendita dell’aeroporto di Changi Singapore, dove si stima che le attività genereranno, nei relativi periodi di durata delle concessioni (da 1 a 3 anni), ricavi cumulati complessivi per oltre $ 15m;
  • l’aggiudicazione dei servizi di ristorazione e retail su otto unità della flotta Grandi Navi Veloci, con ricavi complessivamente attesi per circa € 100m durante i 5 anni di durata dell’accordo;
  • il rafforzamento della presenza in Irlanda, attraverso un contratto per la gestione di punti vendita di ristorazione nell’aeroporto di Belfast, dove le attività si prevede genereranno ricavi cumulati di oltre £ 30m in 10 anni;
  • l’ingresso in Egitto, con l’aggiudicazione dei servizi Food & Beverage in 5 punti vendita del Cairo International Airport, con ricavi cumulati attesi di oltre $ 15m nei 5 anni di durata del contratto;
  • l’estensione di 3 anni del contratto per i servizi di Food & Beverage nell’aeroporto di Bucarest;
  • il rinnovo per 24 anni, fino al 2032, del contratto relativo ai servizi di Travel Retail & Duty-Free nell’aeroporto internazionale di Amman in Giordania;
  • lo sviluppo verso l’Europa centro-orientale, con l’ingresso in Germania, dove l’accordo con l’operatore tedesco Tank & Rast prevede la gestione di quattro punti di ristoro all’interno delle aree di servizio autostradali sulla A6 (Norimberga-Heilbronn) e sulla A3 (Francoforte-Passau): ricavi complessivamente attesi per circa € 10m nel primo anno di durata del contratto;
  • il rinnovo per altri tre anni del contratto relativo ai servizi di In-Flight catering e In-Flight retail con la compagnia britannica di voli low-cost, Monarch Airlines; » un nuovo contratto nell’aeroporto di Sharjah (Emirati Arabi Uniti) nel business In-Flight.