Ricavi

Nel 2008 il Gruppo ha generato in Italia ricavi per € 1.319,9m, in crescita del 3,9% rispetto ai € 1.270,7m del 2007. Nonostante il deterioramento del quadro macroeconomico di riferimento, soprattutto nella seconda parte dell'anno, il Gruppo ha reagito con rapidità alle mutate condizioni ambientali e, grazie ai progetti di sviluppo avviati nei precedenti esercizi, ha registrato risultati positivi in tutti i canali di attività. Nell'ultimo trimestre il fatturato si è attestato a € 318,3m, in aumento del 2,4% rispetto ai € 310,9m del periodo di confronto. Dal punto di vista del portafoglio concessioni, il 2008 è stato un anno particolarmente rilevante perché caratterizzato dalla scadenza di contratti relativi a circa 50 punti vendita sul network autostradale1. Il successo conseguito conferma la capacità competitiva del Gruppo dopo i rinnovi del biennio 2004-2005.

Di seguito, l'andamento dei canali di attività:

  • Autostrade: i ricavi del canale si sono attestati a € 1.039,5m, in crescita dell'1,6% (+1,1% a parità di punti vendita) rispetto ai € 1.023,2m del precedente esercizio, a fronte di un traffico in calo dello 0,7% (fonte: AISCAT, novembre 2008), che ha risentito dell'incremento del prezzo del carburante (con riflessi soprattutto sul traffico "leisure" nella prima parte dell'anno), della congiuntura economica negativa e del calo della produzione industriale nazionale (con riflessi sul traffico pesante a fine anno). Una minore propensione alla spesa del viaggiatore ha inoltre spostato la domanda su prodotti a scontrino medio inferiore. L'ampliamento della gamma dell'offerta e le iniziative promozionali hanno permesso al Gruppo di conseguire risultati superiori all'andamento del mercato di riferimento. Nell'ultimo trimestre 2008, nonostante una flessione del traffico più marcata, (-2%, fonte: Atlantia), è proseguito il trend positivo dei mesi precedenti, passando da € 244,7m di ricavi del periodo di confronto 2007 a € 249m, +1,8% (+1,3% a parità di punti vendita).
  • Aeroporti: i ricavi del canale, in progresso del 14,1%, a € 77,9m rispetto ai € 68,3m del 2007, riflettono anche il contributo delle attività retail di Alpha Group Plc. nell'aeroporto di Roma Fiumicino, passate sotto la gestione italiana per effetto dell'integrazione delle attività di Alpha all'interno del Gruppo. Al netto di tali attività, l'incremento è stato del 4,3%, a fronte di una flessione del traffico annuo del 2,7% negli aeroporti di riferimento (fonte: Assaeroporti). La flessione si è manifestata soprattutto nell'ultimo trimestre (-12,4% negli aeroporti di presenza; fonte: Assoaeroporti) anche a causa dei tagli dei voli effettuati dalla compagnia di bandiera negli aeroporti di Linate e Malpensa; l'effetto negativo è stato in parte mitigato dall'ubicazione dei punti vendita (ad esempio a Malpensa principalmente nella zona check-in). Nell'ultimo trimestre il fatturato è aumentato del 3,2% (-4,3% al netto delle attività retail di Alpha Group Plc.), passando da € 16,5m del periodo di confronto 2007 a € 17,1m.
  • Stazioni ferroviarie e ristorazione su navi: in crescita dell'83,4% le vendite nel canale, a € 36,5m rispetto ai € 19,9m del 2007, grazie al contributo delle attività di ristorazione a bordo delle unità di Grandi Navi Veloci (al cui netto le vendite sono in linea con il precedente esercizio). Nel quarto trimestre il fatturato è passato da € 5m a € 7m, con una crescita del 41% (-1,9% al netto del contributo delle nuove attività marittime).
  • Altri canali (centri commerciali, città e fiere): gli altri canali hanno registrato una crescita dei ricavi del 4,2%, a € 166m rispetto ai € 159,3m del 2007 (+2,9% al netto delle attività di Trentuno S.p.A., consolidata nel 2007 a partire da maggio). Nell'ultimo trimestre il fatturato si è attestato a € 45,2m, +1% rispetto ai € 44,7m del periodo di confronto.

1 Per un ulteriore approfondimento si rimanda al paragrafo "Le nuove concessioni"