EBITDA

L'EBITDA è risultato pari a € 173,5m, -1,4% rispetto ai € 176m dell'esercizio precedente, con un'incidenza sulle vendite del 13,1% (13,9% nel 2007). Al netto di € 1,6m di costi una tantum legati al piano di riorganizzazione avviato a luglio, la flessione sarebbe pari allo 0,5% in valore assoluto, con una perdita di 60 punti base in termini di marginalità. Gli incrementi del costo del lavoro (legati all'applicazione del nuovo contratto collettivo) e dei costi di start-up delle nuove attività avviate ma non totalmente integrate (Grandi Navi Veloci e le attività retail di Alpha) sono stati mitigati dal miglioramento del costo del venduto e da un efficace contenimento delle spese operative e generali. In relazione al costo del venduto, l'incremento dei volumi di vendita e una maggiore attenzione a tutte le fasi del processo di trasformazione hanno permesso di bilanciare la tensione sui costi di approvvigionamento generata dai forti aumenti di prezzo delle materie prime alimentari. L'evoluzione del mix di vendita fra prodotti di ristorazione e di retail non ha avuto impatti significativi. Le attività già avviate nel precedente esercizio per contenere le spese operative, e soprattutto quelle legate ai consumi energetici, hanno permesso una riduzione di tali voci di costo nonostante gli aumenti tariffari. Nell'ultimo trimestre 2008 l'EBITDA è stato pari a € 32,1m rispetto ai € 34,7m del periodo di confronto 2007, con un'incidenza sulle vendite del 10,1% (11,2% nel quarto trimestre 2007).